Altea (Althea Officinalis)

Caratteri botanici
È una pianta erbacea perenne o biennale, appartenente alla famiglia delle Malvaceae. 
Può raggiungere l’altezza di 150 cm. Le foglie, con un picciolo corto, sono ricoperte da uno strato di soffice peluria; mentre quelle in fondo alla pianta sono più tondeggianti. I fiori son di colore bianco-rosato oppure rosso-porpora, spuntano a gruppetti di 7-12 e sono grandi al massimo 3-5 cm. Il frutto è formato da numerosi acheni disposti circolarmente uno vicino all’altro.

Category: SKU: 1-1-1-1-1-1 Tag:

Descrizione

Coltivazione
L’altea è una pianta facile da coltivare, l’importante è assicurarle un terreno umido, ben concimato, assolato ma nello stesso tempo ben riparato da correnti d’aria. Il terreno va sempre annaffiato abbondantemente ma dovete fare attenzione a non far ristagnare l’acqua. La completa fioritura dell’altea, la vedrete in piena estate.

Raccolta e conservazione
Le foglie, da aggiungere alle insalate, si possono raccogliere in ogni momento del periodo vegetativo a seconda delle necessità. Le radici che hanno almeno 2 anni d’età, vanno estratte dal terreno in autunno e si possono utilizzare dopo un processo preciso di essiccazione e scorticazione delle stesse.

Uso in cucina
Le foglie giovani si mangiano crude unite alle insalate, cotte come fossero spinaci dopo averle lessate. La radice si lessa e poi si soffrigge in poco burro. In passato le radici erano usate come ingrediente per le confetture e gli sciroppi. Ridotta in polvere e quindi sciolta in acqua zuccherata la radice infatti, origina un impasto dal sapore dolce.